Capriolo all'Aleatico Butunì con purè di patate

Paolo Bianchini, patròn dell'Osteria Al Vecchio Orologio di Viterbo, ci invia la ricetta di un piatto della tradizione Tuscia, assai adatto in questo periodo autunnale.

L'Osteria nasce nel 1966 e, a distanza di quasi 50 anni, è diventato uno dei ristoranti tipici più ricercati e frequentati di Viterbo.


Se non si è amanti della selvaggina (come noi del resto) ci spingiamo a proporre l'alternativa del manzo al capriolo. Siamo certi che Paolo non si offenderà... (speriamo!)

-----------------------------

Capriolo all'Aleatico Butunì di Antonella Pacchiarotti con purè di patate di Grotte di Castro

Ingredienti:

Capriolo (o spezzatino di manzo)
Aleatico Butunì IGT Lazio rosso  
Sedano, carota, cipolla, uno spicchio d’aglio, alloro, grani di pepe, qualche bacca di ginepro (per la marinatura)
Brodo di carne
Sale qb

Patate, latte, burro, noce moscata (per il purè, la cui ricetta è a vs discrezione)





Procedimento:


Lasciare marinare il capriolo con l’Aleatico Butunì IGT Lazio rosso dolce Antonella Pacchiarotti e gli odori (sedano, carota, cipolla, uno spicchio d’aglio, alloro, grani di pepe, qualche bacca di ginepro).

Successivamente scolare dalla marinata e fare schiumare in acqua bollente.

A questo punto scolare e passare in un tegame dove avrete già messo a soffriggere un trito di sedano, carota e cipolla con qualche spicchio d’aglio vestito e qualche foglia di alloro.

Sfumare con un pochino di Aleatico, aggiungere del brodo di carne e far cuocere circa due ore.

Togliere i pezzetti di carne dalla pentola e deglassare il fondo di cottura con abbondante Aleatico.

Cospargere la carne con la salsa ottenuta e buon appetito!