'Popi' - Mozzo (BG): Un amore di polenta

Quando le giornate si fanno brevi e cala il freschino autunnale, i Bergamaschi e le Bergafemmine pensano solo ad una cosa: ad accendere il camino e metterci dentro il paiolo di rame della nonna per farci una fumante polenta.


Però, se non si ha voglia di darci dentro per un'ora col tarèl (bastone per la polenta, non pensate male)  e non si vuole sporcare il brillante paiolo che fa bella mostra sulla parete, si può fare un salto da Popi che qui la polenta scorre a fiumi, come lava da un vulcano in eruzione.


'Popi = POlenta e PIzza' appunto. Locale moderno (inaugurato nel dicembre 2012) e concept altrettanto: si scrive l'ordine sul prestampato e si consegna alla cameriera; la carta dei dolci è stampata sulla tovaglietta; la cucina è a vista e la cottura della carne avviene dal vivo sulla brace altrettanto viva per la gioia del bravissimo Beppe (una garanzia in cucina, credeteci) che perde due litri di sudore ogni sera.


Noi abbiamo nuotato in una meravigliosa polenta al Gorgonzola DOP (quantità rinfrancante), 'alleggerita' da un ottimo stufato di cipolle. Tutti i piatti sono accompagnati da polenta declinata nella versione tradizionale, integrale o taragna, a seconda delle preferenze.


E poi giù con la taragna e salamella, giusto per star leggeri: servita caldissima nei tegamini di rame.


Interessante il 'sushi di polenta' che strizza l'occhio alla moda del momento. 


A giudicare dagli altri piatti che abbiamo visto girare, devono essere degni di nota anche il brasato e lo stinco... è possibile anche ordinare il rinforzo di polenta a latere.




Concludiamo con una polenta e osei dolce, decisamente gradevole: una serata all'insegna del... giallo in un locale informale e coinvolgente. 


Ricordatevi di prenotare, specialmente il fine settimana. 

Prezzo medio pro capite con piatto a base di polenta + dolce + birra o vino: 18/20 euro.