'Cece e Simo' (Bergamo): la classe non è acqua

Cesare e Simone sanno declinare l'ospitalità in mille sfaccettature. Il loro biglietto da visita è il ristorante 'Cece e Simo', maison calda ed accogliente, rinnovatasi nel tempo (sono aperti da ormai piu'di 10 anni) ed evolutasi dall'iniziale proposta bavarese ad orizzonti piu'ampi.


Poi è arrivato il bed and breakfast, che trova la sua anima nello stesso edificio, con l'attenzione per il dettaglio, la passione e la creatività che già traspariva al piano di sotto. Gli ospiti stranieri vengono coccolati con cooking classes organizzate ad hoc...


Infine il catering, esplicitamente empatico – 'Love Banqueting' infatti – perchè 'l'amore è come la buona cucina, le cose speciali nascono sempre da ingredienti semplici, ma sono rese magiche dalla fantasia'.

E la fantasia non manca di sicuro allo chef Filippo Cammarata che verga sui quaderni di scuola il menu del giorno, sapori che non disdegnano la rivalutazione del quinto quarto: si passa dalla tradizione contadina della trippa e lingua di maiale fino ad arrivare alla proposta del menù in perfetto stile "Oktober Fest".


La nostra scelta ricade su due antipasti: polpette di formaggio Branzi con funghi porcini e focaccia con crudo di Parma e stracchino: semplicemente deliziosi.


Si continua con dei canederli allo speck su pesto leggero e un hamburger ben cotto dalle dimensioni "importanti" accompagnato dalle french fries accomodate con onestà sulla carta paglia.
Siamo contenti della nostra ordinazione. Non c'è più spazio per il dessert ahimè.



Noi abbiamo trascorso una gradevolissima cena, allietata dal buon cibo e dall'atmosfera soft, certamente apprezzando la passione dei padroni di casa che ben traspare dall'insieme. Anche perchè, come recita il pay-off sulla brochure, Cece e Simo sono 'da sempre innamorati del cibo'.