83/100 - Trattoria 'Antichi Sapori' (Sorisole BG): sempre al TOP!

Nel locale di Carlo e Giovanni si respira un'aria di allegria e di sana follia, così come del resto particolarmente originali sono i due succitati gestori, giovani goliardici e un po'pazzoidi. Sarà per questo, oltre che per la buona cucina, che noi ci siam tornati a distanza di un anno, sempre per l'anniversario.


Ed abbiamo scoperto che la Trattoria Antichi Sapori è stata recensita anche da ben piu'illustri testate della nostra, vedi 'Italia a Tavola' su YouTube.

A distanza di un anno qualcosa è cambiato nelle proposte culinarie, segno che Carlo e Giovanni sono in movimento e non si adagiano sui pur meritati allori.
Quest'anno campeggiano numerosi piatti consoni alla stagione estiva, sebbene i cavalli di battaglia siano sempre presenti (vedi risotto al tartufo e ravioli fichi e taleggio, oltre al prorompente antipasto della casa).

La serata si apre con un'entrée bella e buona, un mini gnocco fritto con soppressata che ci è piaciuta assai anche nella coreografia.


Si inizia con l'antipasto classico di terra (champignon ripieno, frittatina, polentina con lardo, salsiccette al tartufo), questa volta però lo alterniamo con l'antipasto estivo, consistente in una impeccabile mozzarella di bufala (servita alla giusta temperatura ambiente) e delle ottime mini bruschette in accompagnamento. Giovanni sottolinea che si fa arrivare la mozzarella da un fidato fornitore ogni due giorni... non ne dubitiamo vista la qualità.


Il cestino del pane è sempre gradevole, con listelle di focaccia (un po'gommose le prime) e sfiziosi bocconcini di pane, sostituito attentamente durante la cena.


Già i primi... i magnifici primi degli Antichi Sapori. Bissiamo i ravioli ai fichi e taleggio che troviamo abbinamento intelligente e riuscitissimo, ed il risotto al tartufo che non delude. Se ci è consentita una nota dissonante dalla scorsa esperienza, notiamo una leggera mano pesante di sale, ma nulla di ostacolo alla nostra degustazione.


Questa volta optiamo per due nuovi secondi: un filetto di maiale bardato allo speck e quello che Giovanni entusiasticamente ci propone come 'Tonno di coniglio'. Ebbene, mai scelta fu piu'azzeccata!

Il coniglio 'tonnato' è piatto assai sorprendente. Giovanni ci spiega che lo ottiene mettendo il coniglio a marinare diversi giorni nell'olio extravergine. Ne risultano dei filetti tenerissimi che sono sapientemente alternati a verdure di stagione in una portata succulenta e scenografica, degna di una cucina assai ricercata. Bravi davvero.

A confronto, il filetto di maiale pare meno innovativo perchè piu' comune negli accostamenti. Invece, è piatto decisamente gradevole, la carne morbida ed accompagnata da una crema delicata. Completano il piatto una polentina taragna a cupoletta e delle patatine sautè.

Saltiamo il dolce per pura sazietà, ma Giovanni non ci fa mancare le coccole che abitualmente serve con il caffè. 


Insomma, il ritorno alla Trattoria Antichi Sapori è stato felice, allietato dalla simpatia di quel birbante birichino scombiccherato patròn Giovanni che lui, la cucina, non riesce proprio a lasciarla neanche per un giorno. Infatti, costretto quella sera dall'assenza del socio, si schernisce dicendo che la sala non è il suo regno. Sarà proprio vero? A noi è piaciuto il suo fragoroso intrattenimento di chiare origini campane, visto che metà del suo dna è del sud. Il servizio, lo ricordiamo, non è cosa da sottovalutare. Se poi anche la cucina è sopraffina, abbiam fatto bingo.


Abbiamo speso 30 euro a testa per una cena eccellente. Ci è stato offerto un giro di ammazzacaffè con una profumatissima grappa alla camomilla! Salute!


---------------------------------
Il nostro giudizio è così composto:

Locale ed ambientazione: 80/100 - peccato l'assenza di una parte esterna...
Servizio: 90/100 - Giovanni è il vero jolly in sala; attenta la sua cameriera
Mise en place, coperto, acqua, vino: 80/100 tutto OK
Antipasto della casa: 75/100 - lode all'alternativa 'estiva'
Ravioli taleggio e fichi: 85/100 - sempre inarrivabili
Risotto al tartufo: 75/100 - qualcosa in meno dell'anno scorso, troppo sale
Filetto di maiale: 85/100 - succulento
Tonno di coniglio: 90/100 - semplicemente straordinario
caffè e piccola pasticceria: 1 punto bonus