76/100 - 'Osteria RisiCo' (Bergamo): Riso di gusto


Che splendida idea quella di aprire una risotteria a Bergamo! Risponde ad una tendenza di sempre maggiore specializzazione nell'offerta della ristorazione ed al contempo valorizza un piatto di cui l'Italia deve andare assolutamente fiera. Tra l'altro il risotto è buono in tutte le stagioni... ed è un prodotto (anche) lombardo.

Qui all'Osteria Risi.co veniamo accolti con un bel sorriso da Andrea e Yuri, giovani fautori (rispettivamente in cucina e sala) di questo frizzante locale che trasuda allegria e competenza.

La formula è semplicissima: euro 19 per menu con tris di risotti (devono essere i medesimi a coppia), oppure euro 17 per menu a base di paella. Optiamo per la prima soluzione.

Mentre attendiamo il tris di risotti si fa un po'di chiacchiere con Yuri il quale ci spiega che il locale è aperto da circa un anno. I risotti devono essere scelti da una rosa di 6/7 versioni di cui un paio vegetariani, un paio a base di pesce e un paio a base di carne. Ma non di solo riso vive l'uomo e quindi i ragazzi del Risi.co hanno pensato di allietare e completare il menu con un tris di antipasti. 

Un'ottima spuma di caprino con crostini apre la serata. 


Poi ci viene portato un tagliere di salumi tagliati ben sottili con del pane a dire il vero un po'anonimo.

Infine, due sformatini al parmigiano con crema di zola, buoni.

Una persona normale avrebbe quasi riempito la pancia. Ma siamo solo all'inizio, perchè ora arrivano loro, i risotti tanto anelati. 


Il primo è un sapido e godurioso risotto al vino rosso e salame. Promosso a pieni voti. 


Per secondo risotto scegliamo un provola prosecco che si fa ben mangiare. Ottimo.

Il terzo è il risotto con zucchine ed aceto balsamico che è molto originale e davvero da provare. Peccato che a questo punto siamo cotti a puntino e non riusciamo a finirlo. Anche perchè i gentilissimi osti ci portano un'ulteriore porzione di risotto al nero di seppia, che avevamo desiderato assaggiare. Un bell'esempio di gentilezza gratuita che di questi tempi è assai gradita.

Con il caffè ci sono delle irresistibili meringhette.


Ci siamo divertiti ed abbiamo mangiato dei risotti impeccabili. La formula è azzeccata anche se 'tarata' su stomaci superiori alla media. Il piatto forte è ovviamente il riso, con i tre antipasti si rischia un po' di oscurarne la degustazione. Noi proponiamo un antipasto in meno (magari unendo la crema di formaggio ed un assaggio di affettati) e l'aggiunta di un dessert al cucchiaio.

In ogni caso, questo giovane locale merita una o piu'visite. Noi, a distanza di qualche giorno, non vediamo l'ora di tornarci.

-------------------------------
Il nostro giudizio è così composto:

Locale ed ambientazione: 75/100 - gradevole, anche la veranda
Servizio: 80/100 - simpatico e al contempo professionale
Mise en place, coperto, acqua, vino: 65/100
Antipasti: 70/100
Risotto vino e salame: 85/100
Risotto provola e prosecco: 80/100
Risotto zucchine e balsamico: 80/100
Risotto al nero di seppia: 75/100