Spazio Sagre: Sagra del Capù (Parre - BG) + ricetta!

Nella ridda di feste che riempiono il calendario estivo (festa degli Alpini, del Partito, della Onlus, della Birra, della Musica, ecc ecc...) ci piace segnalare le Sagre che propongono un piatto della tradizione e sono quindi incentrate sulla tipicità del territorio.


E'questo il caso della Sagra del Capu' di Parre, dove il protagonista è l'involtino di foglie di verza con ripieno di pangrattato, formaggio e uova. Quest'anno (2013) la sagra si svolge del 2 al 5 agosto.


La festa ha come corollario anche un piccolo festival del Folclore con gruppi che provengono da Italia e estero.


Interessante la dimostrazione degli antichi mestieri di questa parte di Valle Seriana e la realizzazione in 'diretta' dei capù: la curiosità e che qui il ripieno, a differenza di altre zone della Bergamasca, è di magro, in quanto gli antenati degli odierni Parresi erano poveri e si accontentavano di formaggio, pane e qualche spezia.


Di seguito, la versione 'ricca' tratta da www.informazione-web.com:

Per quattro persone servono: un cavolo verza, 300 gr di pomodoro in polpa, una cipolla, 200 gr di carne trita, 100 gr di pangrattato, 50 gr di pancetta, 1 uovo, 150 gr di grana, 40 gr di burro, olio, sale, pepe, noce moscata e un trito di aglio e prezzemolo.


Si lessano le foglie di verza per cinque minuti in acqua bollente salata e si fanno raffreddare su carta assorbente. In una terrina si mescolano il grana, l’uovo, il pangrattato, la noce moscata e la carne trita. Si fanno rosolare in un tegame burro, cipolla, aglio, prezzemolo e pancetta. Si unisce questo condimento al precedente composto di carne con il quale si formano una serie di polpette che si appoggiano sulle foglie di verza asciutte. Queste, chiuse con spago da cucina, formano tanti piccoli involtini. In una pentola a parte si fa rosolare la cipolla restante con olio, pomodoro, sale e pepe, infine a questo sughetto si aggiungono gli involtini precedentemente preparati che devono cuocere per 25 minuti circa a fiamma moderata.