75/100 - 'Al Km Zero' (Alzano - BG): A casa di Eleonora

E poi dicono che noi Bergamaschi siamo schivi... Al 'Kilometro Zero' di Alzano Lombardo abbiamo conosciuto Eleonora, appassionata e premurosa padrona di casa, ed abbiamo praticamente trascorso l'intera serata con lei, come vecchi amici che si incontrano dopo tanto tempo.


Il locale, aperto da quasi due anni, si trova sulla strada per Monte di Nese, nella 'golosa' frazione di Burro. La vista della pianura è impagabile e, nelle belle giornate estive, è possibile goderne dall'ampia terrazza che ospita 50 coperti.

In questo venerdì di settembre siamo gli unici – ahimè – avventori. Eleonora ci assicura che l'estate è stata positiva, merito della super gettonata e già citata terrazza. Certo ci vuole un bel coraggio a gestire un'attività in una località così isolata e su una strada così poco battuta.


L'idea di Eleonora è intelligente. Sfruttare l'onda del concetto 'a kilometro zero' per proporre un menu non scontato, con spunti creativi e inattesi da queste parti. Così trovano spazio dei piatti vegetariani, figli dell'attenzione della padrona di casa verso un pubblico sempre più esigente e variegato, e piatti adatti ai celiaci.

Il menu è cosparso - in linea con il nome del locale - di ingredienti autoctoni, dai salumi nostrani ai formaggi di piccoli produttori delle nostre valli; dalle farine della Bassa alle verdure dell'orto. Eleonora cambia spesso il menu in base alle stagioni e cerca di non essere mai banale. La sua passione per la cucina, coltivata sin da piccola quando giocava con la pasta fresca, la porta alla sperimentazione di nuovi sapori, alla (ri)scoperta di formati di pasta inusuali (le 'bardèle ad esempio, maltagliati con erbe), e alla proposta di piatti di una tradizione dimenticata, come ad esempio il baccalà mantecato al latte, di derivazione Veneziana.


Apriamo il convivio con un antipasto misto di salumi e formaggi che esaltano l'attenta selezione di Eleonora dei piccoli produttori indigeni. Spicca il noto crudo del Botto (che non ha nulla da invidiare al Parma), il lardo 'scioglievole' ed il provolone di Bufala. Una selezione di tre pani (grano duro, tenero e integrale) accompagna la degustazione.


Passiamo ai primi, dove Eleonora dà il meglio. Le citate Bardèle sono tirate fantasticamente, insaporite dalle erbe locali nell'impasto e condite con un fresco sugo ai pomodorini dell'orto.


Ottimi anche gli gnocchi, finalmente grezzi e casalinghi (spesso abbiamo mangiato gnocchi insapori e industriali), immersi un un delicato pesto di ortica, così faticosamente raccolta nei prati limitrofi.

Nonostante la sazietà, ci concediamo un secondo piatto che avremmo volentieri condiviso, non fosse che la nostra ospite ne raddoppia la porzione e l'addebito in conto (tiratina d'orecchie!).

Interessante e sapido il polpettone vegetariano, ottima la polentina (nella quale si avverte la qualità del mix di farine) servita con un non indimenticabile intingolo di funghi misti che risultano un po'troppo acquosi. Piatto nel complesso piacevole.

Conclusione dolce con un muffin all'uva 'americanina' locale, servito con la sua crema. Buono. Consiglio: sarebbe interessante realizzare un gelato all'uva in accompagnamento.

Chiudiamo con due buoni caffè (ne avevamo chiesto uno), una serata splendida, trascorsa discorrendo con la magnifica Eleonora, a cui auguriamo ogni bene ed un meritato successo per il suo locale che è sulla buona strada per sfondare nel panorama della ristorazione bergamasca. Noi le faremo pubblicità.

Il nostro giudizio è così composto:

Locale ed ambientazione: 70/100 – sala moderna e gradevole, senza particolarità.
Servizio: 80/100 – magnifico, se non fosse per l'addebito dei secondi.
Mise en place, coperto: 70/100 – un pane fatto in casa sarebbe stato assai gradito.
Tagliere: 80/100 – ottima selezione.
Bardele: 85/100 – piatto fantastico, nulla da eccepire.
Gnocchi: 80/100 – equilibrati.
Polpettone e polenta con funghi: 65/100 – parzialmente da rivedere.
Dolce: 70/100 – buono.

Abbiamo speso 62 euro in due così suddivisi:

Antipasto 11 euro
2 primi 18 euro
2 secondi 18 euro
vino 7 euro
acqua 1,50 euro
dessert 4 euro
2 caffè 2.60 euro