Agriturismo Sas Pretas Latas a Lode' (NU)

Salendo lungo la sp50, arrivo in cima alla collina di Sant'Anna e qui, all'ingresso della piccola frazione, c'è sulla sinistra il breve breve sterrato che precede l'ingresso per l'agriturismo Sas Pretas Latas.




Bianca di calce, la struttura si staglia in mezzo alla campagna verde di ulivi e di vitigni fruttati.



Il luogo è fantastico e ad accogliermi sotto il portico che ricorda le antiche case con corte, tipiche dell'architettura rurale del luogo, c'è Giovanna: anima e cuore di questo luogo bellissimo. Non sbaglio! Giuseppe il marito le sta accanto orgoglioso e insieme mi offrono il caffè e i dolci per darmi il benvenuto. Il loro abbraccio cordiale mi fa sentire subito a casa e il panorama rapisce il cuore.



Come un'aquila gli occhi volano instancabili dalla cima del Monte Cupetti fino a punta Gurturgios, insinuandosi per S'Adde, e poi giù, verso il Lago Maccheronis che si insinua nella valle di Torpè. Il panorama rende magico questo luogo e il senso di pace e serenità quasi mistico, fa dimenticare la strada e le curve per raggiungerlo.


E' fattoria didattica e sociale Sas Pretas Latas, qui si educano i ragazzi alla conoscenza e rispetto della natura attraverso le attività agricole. L'attenzione di Giovanna, di Giuseppe e della loro famiglia, si fanno abbraccio verso gli ultimi, i soggetti svantaggiati che loro sostengono aiutandoli nell'integrazione al lavoro.



Qui è tutto grazia e bontà d'animo e lo si intuisce dai modi dei padroni di casa. L'ospite è uno di famiglia. C'è sempre un motivo che spinge il viaggiatore a spostarsi e conoscere luoghi mai visitati prima, quasi sempre la curiosità. Qui ci si arriva indirizzati da tutti i sensi che sono all'erta.




Dormo qui stanotte, per il il piacere di prolungare la mia visita. Sobria, pulita e fresca la camera e sul tavolo fiori freschi, recisi nel giardino per me. Le finestre sono quadri sulle pareti, si affacciano sul panorama intorno e lasciano senza fiato. Le montagne e il lago sembrano entrare nelle camere. Non vado più via.


Il risveglio è poesia, rimata sull'azzurro del cielo e del lago più giù, a valle.



La colazione, semplice ma ottima e fresca è a base di prodotti locali, fatti in casa come una volta. Il pranzo una sinfonia.
La sala è come una grande cucina di montagna. Le travi di legno sul soffitto, riportano alla maestosità dell'antica tradizione dei pastori e le finestre anche qui, sono quadri sulla natura.



Antipasti di prosciutto e salsicce, preparati da Giuseppe, formaggi anticipano la bontà dei piatti in arrivo. Cucina popolare, scevra di culture importate fra i fornelli. Qui i piatti raccontano la storia del luogo e di chi lo abita




Cibo sostenibile, sapori dell'orto coltivato qualche metro più in la. Ogni piatto è la pagina di un libro, che si sfoglia con cucchiaio e forchetta.



Le ricotte erborinate con la salvia ed il timo, (s'armidda), i ceci con la polpa di maiale, le verdure fresche saltate, i ravioli di carne di cinghiale conditi con le erbe aromatiche del Montalbo, le lasagne con i funghi porcini, raccolti nell'area del Parco Tepilora di cui Lodè è parte integrante.




Lo stufato d'agnello con la vernaccia.


La seata, il dolce buono ripieno di ricotta e servito con il miele, le formagelle e sas origliettas, dolce povero fatto di semola, ricamato sulla sfoglia e cosparso di miele.




Qui tutto è buono e ci si deve assolutamente tornare, e quando si va via, la bellezza è penetrata nella nostra anima per non uscirne più. Si mangia con 30€. 

SAS PRETAS LATAS
Telefono: 0784890049
Cellulare: 338485142