Trattoria del Tribunale - Parma


Quando si esce dai confini della propria città verso l'ignoto hai solo due scelte: affidarti agli utenti spesso squinternati di Trip o avere la fortuna di rivolgerti ad un amico autoctono che come te ha un fisico da predatore di sagre. "Questa Domenica si va a Parma" dico alla mia ragazza e poi che vuoi farci? Non gliela fai una telefonata agli amici di Parma? Perché parafrasando Jo Squillo oltre al culatello c'è di più.



Cosi ci consigliano la Trattoria del Tribunale, un locale in centro, nella zona pedonale che ci regala l'opportunità di fare due passi nella bella Parma prima di raggiungerlo.

Il locale ha il classico arredamento da trattoria è diviso in molte stanze e su più piani, quello che ipotizziamo essere il proprietario ci accoglie, saluta e ci fa accomodare. All'entrata salumi di ogni genere appesi al soffitto, alle pareti, autografi di ospiti illustri, foto d'epoca, il tutto contornato da un clima accogliente e dal personale sempre disponibile e cortese.

La cucina è quella tipica della tradizione, decidiamo di iniziare con torta fritta e salumi misti. Porzione generosa, uno sballo per gli amanti del genere come, una menzione speciale al culatello davvero eccezionale.

IG @gel_trudina

Continuiamo con i tortelli di zucca, fatti a mano, veramente da urlo, ne ordinerei un altro piatto ma voglio assaggiare anche un secondo piatto che mi ha incuriosito. 



Così non contenti ordiniamo una degustazione di formaggi e un piatto chiamato "Vecchia di cavallo", carne stufata di cavallo con patate, cipolle e peperoni: un vero spettacolo.



Finito il lambrusco, ordiniamo una sbrisolona in due, fatta in casa, e un caffè. Totale dell'operazione 64 euro. Direi il luogo perfetto per soddisfare il proprio palato con gusto e semplicità attraverso i sapori tipici della cucina parmense, tutto contornato da un servizio ineccepibile e da una qualità/prezzo veramente buona! Ne vorrei anche in terra mia di locali cosi!

by Nicola Viscardi aka IG @tarkhan