'Ol Pastissèr' - (Clusone - BG): brand-trend-Bèrghem!

Quando si muove il Sig. Percassi a Bergamo qualcosa bolle in pentola. Ed è proprio il caso di dirlo per quanto riguarda questo bar-pasticceria-cucina, ol Pastisser, orgogliosamente orobico già nell'incipit. Del resto, la mission è: 'tradizione tipicamente italiana e artigianalità'. 


Nato cinque anni fa, il format del Pastisser è stato esportato in tutta l'alta valle, da Gazzaniga a Castione passando per Gromo e Rovetta, ed è diventato brand. Qui a Clusone Percassi ci ha fatto la 'costola' della sua agenzia immobiliare situata proprio accanto, riattando una vecchia officina con un esito superbo, senza lesinare inventiva e capitale.

Bancone bar quadrato al centro della sala, pasticceria importante ed ambiziosa con ingresso dedicato, panificio con specialità moderne ed internazionali (pain paillasse), coperti sul fondo della sala con menu del giorno ridotto ma concreto (riso o pasta; hamburger e un paio di secondi), un piano rialzato per serate di live music.


La scelta è quindi quella di puntare indubitabilmente sulla pasticceria (a Clusone c'è infatti l'unico locale con cucina), ma noi ne abbiamo provato la ristorazione, tra l'altro spiando le preparazioni attraverso l'ampia vetrata che divide gli avventori dai giovani cuochi.

Il potenziale c'è, ma va detto che il locale è adatto più che altro a colazioni di lavoro o pranzi informali. Interessante la proposta del piatto unico a 12 euro con assaggio di primo (nel nostro caso risotto ai porcini) e secondo (costoletta di maiale).


A parte un piccolo inconveniente di cottura della carne, siamo stati bene ed il cibo è di qualità adeguata, buono in particolare il risotto che non ha nulla da invidiare a ristoranti titolati.

Chiaramente sopra le righe i dolci, con un'ottima sacher; gelato invece da rivedere.


Un ottimo indirizzo per pranzi veloci e aperitivi, clientela giovane e famiglie a mezzogiorno. Attendiamoci un'espansione imminente verso 'sud' del brand...