85/100 - 'Antichi Sapori' (Sorisole - BG): Livello superiore

Attento, frizzante, cordiale ma non invadente. E'il servizio di 'Antichi Sapori' dove siamo stati coccolati per l'intera serata. Ma andiamo con ordine.


Domenica bestiale nel senso della temperatura implacabilmente bollente di questo agosto micidiale. Il locale non è dotato di dehors nè di climatizzazione ma i solerti anfitrioni ci fanno accomodare proprio nel mezzo di una lieve e piacevolissima corrente che si crea lasciando aperte le porte e le finestre.

L'ambiente è lasciato al rustico con la pietra a vista e le travi di legno. Il pavimento è in piastrelle grisaglia tipicamente anni 50; illuminazione ben studiata con applique retro a creare un effetto 'esterno strada'. Tovagliato d'ordinanza a quadrettoni rossi, tipicamente da trattoria.



E trattoria vuol essere nella sostanza dei piatti declamati a voce e nell'informale intrattenimento dei capaci ragazzi che lo gestiscono. Ma qualità superiore e tante piccole attenzioni da ristorante di buon livello. E'vero, ci siamo solo noi; torneremo senz'altro a verificare questo aspetto in una serata più movimentata.

Subito ci vien chiesto dell'acqua naturale o frizzante, scegliamo anche il discreto vino rosso sfuso della casa. Un prosecco abboccato accompagna l'entrèe: bruschettine 'estive' con patè di olive e pomodorini. Un inizio incoraggiante.


Nel frattempo, un rigoglioso cestino di bocconcini di grano duro e focaccia alle cipolle fa la sua comparsa con un profumo invitante sprigionato dalla calda temperatura dello stesso: un'attenzione da sottolineare.


Scegliamo di rompere gli indugi con un antipasto della casa a centrotavola, da condividere in tre. Il tagliere si compone di alcuni assaggi di buon livello, in cui spicca il fragrante prosciutto crudo di Parma stagionato 36 mesi, il salame tipico bergamasco adagiato su gherigli di noce e le salsiccette profumate al tartufo. Ottima anche la polentina con lardo, servita alla corretta temperatura. Un antipasto abbondante, sapido, corretto. Tanto che il cestino di pane di prosciuga. Ci sarà sostituito immediatamente con altro equivalente.


Siamo amanti dei primi, si sa. Troviamo qui 'pane per i nostri denti'.

Nel bouquet ristretto delle pietanze (ristretto non è una diminutio sia ben chiaro, soprattutto se la qualità ne risente positivamente) troviamo due ottime proposte: Tortelli con Taleggio e fichi e Risotto con finferli e tartufo scorzone.

Arrivano qualche istante prima i piatti di pasta, testimonianza che il risotto è servito espresso: fa bene attendere qualche istante in più in questi casi.

Sui primi che dire... abbiamo fatto dei sinceri e calorosi complimenti allo Chef. Nei ravioli il gioco è il contrasto tra la sapidità del formaggio e la dolcezza del fico. Riuscito pienamente. Porzione giusta, non abbondante; cottura perfetta.


Per il riso, equilibrio raggiunto con una mantecatura particolare a base di formaggio 'Stracca' della Val Cavallina. Complimenti per l'originalità e per l'utilizzo di prodotti di nicchia del nostro territorio. Se vogliamo, cottura lievemente 'lunga', ma proprio di un minutino. Dettagli.


Con uno stomaco già soddisfatto, ci lasciamo tentare da una tagliata di manzo servita su ardesia, che condividiamo. Cottura al sangue che si può 'correggere' al tavolo; carne tenera, nessun dubbio. Forse porzione leggermente scarsa ma siamo comunque soddisfatti. I piatti su cui condividere la tagliata ci vengono porti tiepidi, altra piccola grande attenzione.


Chiudiamo con il caffè, non c'è spazio per i dessert che proveremo senz'altro in prossima (alquanto prossima) occasione. Ma l'accompagnamento di biscotteria di produzione propria e frutti rossi ci stupisce nuovamente per il livello entusiasmante di questo locale. La semplicità si coniuga con la qualità delle materie prime.


Al momento del conto, ci vengono addebitati tre menu fissi da 25 euro l'uno, costo correttissimo per quanto consumato. A mio personalissimo parere, il prezzo di mercato di quanto mangiato sarebbe di 95 euro per tre persone.

Lasciamo la trattoria con grande soddisfazione per aver trascorso una serata serena, coccolati da tante piccole attenzioni. Stiamo già pensando a quando organizzare alla Trattoria 'Antichi Sapori' la prossima scorribanda gastronomica.

Il nostro giudizio è così composto:

Locale ed ambientazione: 80/100
Servizio: 90/100
Mise en place, coperto (acqua, vino): 85/100
Antipasto della casa: 80/100
Ravioli taleggio e fichi: 90/100
Risotto finferli e tartufo: 85/100
Tagliata di manzo: 75/100
caffè e piccola pasticceria: 1 punto bonus